GIAM 2022 Engagement & Voting Highlights "Engagement alpha": come l’engagement può generare impatto

In breve

L'ondata della finanza responsabile ha spostato le pratiche da un approccio di esclusione e best in class verso l’engagement. Dal 2018, la domanda dei consumatori finali è passata da "cosa fate con i nostri soldi?" a "come usate il potere dei nostri soldi per influenzare il mondo?". L'Active Ownership continua a essere fondamentale in Generali Insurance Asset Management (GIAM) come asset manager.

L'ondata della finanza responsabile ha spostato le pratiche da un approccio di esclusione e best in class verso l’engagement. Dal 2018, la domanda dei consumatori finali è passata da "cosa fate con i nostri soldi?" a "come usate il potere dei nostri soldi per influenzare il mondo?".

L'Active Ownership continua a essere fondamentale in Generali Insurance Asset Management (GIAM) come asset manager. Combinando voto ed engagement, GIAM ritiene che sia possibile generare "engagement alpha", incoraggiando il cambiamento nelle aziende e la creazione di valore nel lungo periodo*.

 

I numeri

Secondo l'ultima pubblicazione di GIAM Engagement & Voting 2022 Highlights, negli ultimi 12 mesi la società è stata coinvolta in 1.173 assemblee degli azionisti che hanno portato a 16.309 proposte di delibera. Il 13% dei voti è contrario al management, due terzi dei quali riguardano la composizione del consiglio di amministrazione e un terzo la remunerazione.

Il team di active ownership di GIAM ha partecipato a 66 attività di engagement nel 2022, la maggior parte delle quali ha riguardato questioni di governance (44%, su settori quali l'indipendenza del consiglio di amministrazione, le transazioni con parti correlate e la remunerazione), seguite da quelle ambientali (33%; produttori di energia elettrica, compagnie petrolifere e del gas, società di cemento e minerarie), sociali (15%) e sui diritti umani (8%, su diversità, controversie lavorative, corruzione, turnover, gestione dei dipendenti, cybersecurity).

 

L'approccio differenziato di GIAM per quanto concerne l’engagement

Il Rapporto evidenzia anche l'intensità dell’engagement. Oltre all'"engagement standard", il cui obiettivo è quello di sensibilizzare l'emittente su un tema specifico, GIAM si impegna a fondo anche nell'approccio dell'"impact engagement", che mira a evidenziare il valore aggiunto di un'attività di engagement

L'approccio di GIAM si concentra principalmente su tre pilastri: la preparazione per creare valore aggiunto, la costruzione di una partnership per creare un valore aggiunto comune attraverso la negoziazione, la creazione o l'adesione a una coalizione di investitori, se pertinente.

Tuttavia, la domanda è: come misurare e valutare il valore aggiunto di un'attività di engagement?  

È molto difficile dimostrare che l'acquisto - o il mancato acquisto - di un titolo su un mercato quotato (ad esempio, un'azione) abbia generato un impatto. Al contrario, l’engagement può influenzare il comportamento di un emittente, ma gli investitori di solito faticano a dimostrare che il risultato dell'impegno può essere attribuito a loro. 

GIAM valuta l'addizionalità di un engagement individuale o collettivo attraverso il riconoscimento dell'azienda coinvolta. "Le stesse società partecipate spiegheranno come il loro cambiamento di comportamento sia legato all'impegno, oltre a qualsiasi altro documento utile pubblicato. Questo riconoscimento permette di isolare il reale valore aggiunto che un istituto finanziario può portare sul tavolo delle discussioni di engagement", spiega François Humbert, Engagement Lead Manager di Generali Insurance Asset Management.

 

4 casi studio sull’impegno

A questo proposito, gli Engagement & Voting Highlights di GIAM 2022 contengono quattro casi di studio dell'attività di engagement di GIAM.

L’engagement con SAP si è concentrato su uno strumento chiave delle pratiche anticorruzione che sembrava poco utilizzato dall'emittente: il sistema di whistleblowing. A seguito del nostro suggerimento e di altri input, l'emittente ha lanciato un nuovo sistema e il flag su questo emittente è stato rimosso.

Per quanto riguarda ČEZ (la più grande utility della Repubblica Ceca), GIAM ha sottolineato all'azienda l'importanza di convalidare la propria strategia con la "Science Based Target Initiative" (SBTi). Nel 2022, ČEZ ha annunciato pubblicamente di aver ottenuto la convalida "ben al di sotto dei 2°C entro il 2030" dalla SBTi per la sua strategia climatica fino al 2030. GIAM e CEZ hanno pubblicato una dichiarazione congiunta a seguito di questo risultato. 

L'impatto ambientale della gamma di prodotti Bayer per la scienza delle colture è stato messo sotto esame da GIAM, con un'immersione profonda nell'obiettivo di riduzione dell'impatto ambientale (-30% entro il 2030). Ciò ha portato a un cambiamento nel posizionamento di Bayer. Inoltre, nel 2022, GIAM ha ampliato la discussione con Bayer sulle attività di lobbying e scientifiche, sulla gestione dei prodotti nel settore delle scienze delle colture, sull'integrazione dell'ESG nell'approccio alle fusioni e acquisizioni e sugli aspetti generali della governance. Si veda la testimonianza dell'emittente all'interno del Rapporto.

Quando Séché Environement stava pensando di sviluppare la prima versione della propria strategia sul clima, GIAM ha aiutato l'azienda a comprendere meglio le aspettative degli investitori, condividendo con loro aspettative dettagliate e suggerimenti per migliorare la propria strategia sul clima. Di conseguenza, Séché ha divulgato maggiori informazioni sulle azioni intraprese, ha spiegato meglio alcune definizioni e ha esteso la propria strategia climatica dal 2025 al 2030.  Si veda la testimonianza dell'emittente all'interno del Rapporto.

 

La trasparenza: una sfida fondamentale

Per quanto riguarda l'attività di voto, il principio principale è la trasparenza e si basa su informazioni veritiere e complete. Le società dovrebbero evidenziare i principali rischi a cui sono esposte. 

Livio Gentilucci, Head of Active Ownership di Generali Insurance Asset Management, spiega: "Uno strumento efficace per chiedere un cambiamento delle politiche, una maggiore trasparenza e una migliore divulgazione su aspetti rilevanti dell'attività di una società sono le proposte degli azionisti". Nel processo di valutazione, GIAM tiene conto delle circostanze esistenti, delle motivazioni fornite dalla società o dagli azionisti interessati, dei possibili rischi e opportunità, del quadro di governance dell'emittente partecipato, della disponibilità di informazioni sufficienti e dell'allineamento con gli interessi degli investitori a lungo termine".

 

GENERALI INVESTMENTS

Con circa 504,9 miliardi di euro di asset in gestione e oltre 1.200 professionisti dell'investimento, Generali Investments è un ecosistema di società di gestione in grado di offrire un portafoglio di competenze specializzate in diversi Paesi. Ogni società dell'ecosistema è in grado di innovare e crescere autonomamente nel tempo, grazie all'appartenenza al Gruppo Generali, sviluppando soluzioni sostenibili e distintive. Generali Investments fa parte della Business Unit Asset & Wealth Management di Generali, che riunisce in un'unica entità le società del Gruppo che operano nell'asset e wealth management.
Le opinioni, le previsioni o le stime contenute nel presente documento sono formulate con esclusivo riferimento alla data di redazione e non vi è alcuna garanzia che i risultati o qualsiasi altro evento futuro siano coerenti con le opinioni, le previsioni o le stime qui contenute. Le informazioni fornite e le opinioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute affidabili e in buona fede.
Ogni informazione contenuta nel presente documento può, successivamente alla data di redazione dello stesso, essere soggetta a modifiche o aggiornamenti, senza alcun obbligo da parte di Generali Insurance Asset Management SGR S.p.A. di comunicare tali modifiche o aggiornamenti ai soggetti ai quali tale comunicazione è stata precedentemente distribuita.
Nulla di quanto contenuto nel presente documento deve essere inteso come una ricerca di investimento o una comunicazione di marketing, né una raccomandazione o un suggerimento, implicito o esplicito, in merito a una strategia di investimento riguardante gli strumenti finanziari negoziati o gli emittenti di strumenti finanziari, né una sollecitazione o un'offerta, né un consiglio di investimento, legale, fiscale o altro.

 

* Per ulteriori informazioni si rimanda alla politica di engagement di GIAM e all'ultima relazione annuale redatta ai sensi dell'articolo 124-quinquies del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (la "Relazione"). Entrambi i documenti sono disponibili sul sito web di GIAM: https://www.generali-investments.com/global/en/institutional/active-ownership
GIAM 2022 Engagement & Voting Highlights "Engagement alpha": come l’engagement può generare impatto
Picture

© Generali Investments, tutti i diritti riservati. Questo sito web è fornito da Generali Investments ed è considerato come una comunicazione di marketing e una promozione finanziaria riferita ai prodotti e servizi delle società elencate di seguito, appartenenti al Gruppo Generali: Generali Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio & Generali Investments Luxembourg S.A. (nel prosieguo, congiuntamente indicate come Generali Investments). Inoltre, il sito può contenere comunicazioni di marketing e promozioni finanziarie di prodotti e servizi di società appartenenti alla piattaforma coordinata da Generali Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio, nello specifico di Infranity, Sycomore Asset Management, Aperture Investors LLC., Plenisfer Investments SGR, Lumyna Investments, Sosteneo Infrastructure Partners SGR e Generali Real Estate S.p.A. Società di Gestione del Risparmio