Sosteneo (Generali Investments) entra al fianco di Edison e Saipem in “Puglia Green Hydrogen Valley” mentre e’ in corso l’iter autorizzativo per l’ingresso di DRI d’Italia

In breve

Milano, 30 novembre 2023 – Alboran Hydrogen Brindisi Srl, recentemente rinominata in Puglia Green Hydrogen Valley Srl, società di scopo che sta sviluppando il progetto omonimo con un focus nelle aree di Brindisi e Taranto, vede l’ingresso di Sosteneo SGR S.p.A (“Sosteneo”), società dell’ecosistema Generali Investments focalizzata su progetti infrastrutturali per le rinnovabili e sistemi innovativi legati alla transizione energetica, grazie all’acquisizione dell’intera quota di partecipazione del 40% di Alboran Hydrogen S.p.A. (azienda che aveva avviato il progetto), e quello di DRI D’Italia S.p.A. (DRI), partecipata al 100% da INVITALIA, con una quota minoritaria, una volta ottenuta da parte di quest’ultima le necessarie autorizzazioni ministeriali


• L’ingresso di Sosteneo e quello in corso di approvazione di DRI d’Italia in Alboran Hydrogen Brindisi Srl al fianco di Edison, l’azionista industriale di riferimento, e di Saipem è un passo fondamentale per lo sviluppo della più grande Hydrogen Valley italiana.


• Sosteneo SGR S.p.A. (“Sosteneo”), società di investimenti specializzata nei progetti infrastrutturali “greenfield” e parte dell’ecosistema di Generali Investments, punta sulla decarbonizzazione del più grande polo energetico e siderurgico italiani.


• DRI D’ITALIA (S.p.A. (DRI), società partecipata al 100% da INVITALIA, si propone di utilizzare idrogeno verde in impianti di produzione di direct reduced iron (preridotto) destinati uno alla decarbonizzazione del sito siderurgico di Taranto e l’altro al consorzio di acciaieri italiani, denominato CEIP.


Milano, 30 novembre 2023 – Alboran Hydrogen Brindisi Srl, recentemente rinominata in Puglia Green Hydrogen Valley Srl, società di scopo che sta sviluppando il progetto omonimo con un focus nelle aree di Brindisi e Taranto, vede l’ingresso di Sosteneo SGR S.p.A (“Sosteneo”), società dell’ecosistema Generali Investments focalizzata su progetti infrastrutturali per le rinnovabili e sistemi innovativi legati alla transizione energetica, grazie all’acquisizione dell’intera quota di partecipazione del 40% di Alboran Hydrogen S.p.A. (azienda che aveva avviato il progetto), e quello di DRI D’Italia S.p.A. (DRI), partecipata al 100% da INVITALIA, con una quota minoritaria, una volta ottenuta da parte di quest’ultima le necessarie autorizzazioni ministeriali.
Conseguentemente, la composizione della Società sarà costituita da Edison 45%, Sosteneo 40%, Saipem 10% e DRI 5%, player di riferimento nei rispettivi ambiti di business.


“Oggi compiamo un passo decisamente importante per la realizzazione di questo ambizioso progetto. Un passo che ci rende particolarmente orgogliosi – dichiara Giovanni Brianza CEO di Edison Next, la società del gruppo Edison che accompgna clienti e territori nel processo di decarbonizzazione– L’appoggio di un partner rilevante come Sosteneo conferma, infatti, la strategicità e la concretezza di questo progetto, mentre l'auspicata presenza di DRI D’Italia nella compagine azionaria rafforza il contributo della Puglia Green Hydrogen Valley alla strategia di decarbonizzazione del Paese e, più in particolare, della Regione Puglia. È il coronamento di un modello virtuoso di collaborazione avviato da tempo – conclude Brianza – tra soggetti privati e
pubblica amministrazione, che insieme sanno “fare sistema” avendo come scopo ultimo il benessere del territorio e delle persone che lo abitano e il sostegno alle industrie locali."


Umberto Tamburrino, Managing Partner, CEO and CIO Europe di Sosteneo, ha commentato: “Siamo orgogliosi di poter contribuire alla decarbonizzazione di due grandi poli industriali del Paese con un’infrastruttura chiave per la crescita economica a livello locale e nazionale. Crediamo fortemente negli investimenti nella transizione energetica con l'obiettivo di coniugare rendimenti a lungo termine per i nostri investitori e allo stesso tempo contribuire alla trasformazione del sistema energetico globale. Questo progetto riflette al meglio i valori del Gruppo Generali a cui apparteniamo e la nostra mission come gestore di investimenti orientato alla creazione di impatto positivo per la comunità e sviluppo sostenibile. Il progetto rappresenta infatti un tassello significativo nel raggiungimento degli sfidanti obiettivi di decarbonizzazione per specifici settori industriali (c.d. “hard-to-abate” come la produzione di acciaio), presentando allo stesso tempo importanti ricadute sociali, sia in termini di effetti positivi per l’ambiente e la salute, sia per l’occupazione del territorio, portando un contributo fondamentale alla competitività dell’area”.


Fabrizio Botta, Chief Commercial Officer di Saipem, afferma: “Puglia Green Hydrogen Valley è un progetto che seguiamo sin dall’avvio delle prime attività di sviluppo perché crediamo fortemente nella logica della decarbonizzazione dei distretti come sbocco primario per la produzione sostenibile di idrogeno verde. L’ingresso di Sosteneo, che segue quello di Edison, è un ulteriore prova della serietà e solidità dell’iniziativa che vede una composizione azionaria ancora più forte sotto tutti i punti di vista: industriale, tecnologico e finanziario. Infine, è un importante segnale di coesione del sistema Italia verso una strategia nazionale volta alla decarbonizzazione”.


Puglia Green Hydrogen Valley è una delle prime iniziative per la produzione di idrogeno verde su larga scala in Europa e prevede la realizzazione di due impianti a Brindisi e Taranto, per una capacità di elettrolisi complessiva di 160 MW. Si stima che, una volta a regime, gli impianti saranno in grado di produrre circa 250 milioni di metri cubi di idrogeno verde all’anno. In particolare, il progetto di Brindisi, che verrà realizzato su terreni in area SIN (Sito di Interesse Nazionale), si trova in una fase avanzata dell’iter autorizzativo. Il progetto Puglia Green Hydrogen Valley sta inoltre positivamente partecipando al bando di finanziamento europeo IPCEI (Importanti Progetti di Interesse Comune Europeo).


Il progetto è stato identificato dalla Regione Puglia come un’opportunità strategica per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di transizione energetica che si è prefissata, con particolare riferimento alla decarbonizzazione del polo siderurgico pugliese.


Il tavolo di lavoro congiunto che i partners del progetto hanno da tempo avviato con Governo, Regione Puglia e Acquedotto Pugliese evidenzia la perfetta sintonia tra la visione progettuale e la strategia europea, nazionale e regionale in ambito di idrogeno verde. In particolare, DRI D’Italia si propone di utilizzare idrogeno verde per alimentare i propri impianti di produzione di preridotto (direct reduced iron).

L’ingresso di Sosteneo, società di investimenti nelle infrastrutture energetiche sostenibili, testimonia ulteriormente che il progetto Puglia Green Hydrogen Valley ha non solo una rilevanza strategica ai fini della decarbonizzazione del Paese, ma anche una forte concretezza progettuale, oltre a rappresentare un unicum nel suo ambito.


L’idrogeno è uno dei vettori energetici di riferimento per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione fissati dalla strategia nazionale ed europea al 2030 e al 2050. La Puglia Green Hydrogen Valley si configura come un modello di sviluppo sostenibile per la diffusione di idrogeno verde su larga scala, facendo leva sulle sinergie tra pubblico e privato per creare una nuova politica industriale, attenta alla sostenibilità ambientale e sociale, oltre che alla competitività del territorio.


                                                                                                           ***
 

Edison
Edison è la più antica società energetica in Europa, con 140 anni di primati, ed è uno degli operatori leader del settore in Italia. Il Gruppo opera nell’approvvigionamento, produzione e vendita di energia elettrica e gas naturale e nei servizi energetici e ambientali. La società è impegnata in prima linea nella sfida della transizione energetica, attraverso lo sviluppo della generazione rinnovabile e low carbon, i servizi energetici e ambientali e la mobilità sostenibile. Edison ha un parco di produzione di energia elettrica altamente flessibile ed efficiente, composto da 200 centrali tra impianti idroelettrici, eolici, solari e termoelettrici a ciclo combinato a gas ad alta efficienza. La potenza netta installata complessiva del Gruppo è di 7 GW. Oggi opera in Italia e Europa, impiegando oltre 5.500 persone.


Ufficio stampa Edison
Elena Distaso, 338 2500609, elena.distaso@edison.it
Lucia Caltagirone, 331 6283718, lucia.caltagirone@edison.it
Marta Mazzacano, 335 7749819, marta.mazzacano1@edison.it


Sosteneo
Sosteneo è un gestore di investimenti specializzato in progetti infrastrutturali greenfield, legati alla transizione energetica con l'obiettivo di fornire ai clienti un interessante ritorno commerciale a lungo termine e allo stesso tempo contribuire attivamente alla decarbonizzazione del sistema energetico globale. Sosteneo investe in un’ampia gamma di tecnologie, che spaziano dalla produzione di energia pulita (come il solare fotovoltaico e l’eolico), agli abilitatori di energia pulita (come lo stoccaggio di batterie e le reti), nonché a progetti di decarbonizzazione dell’industria. Il team di Sosteneo unisce una vasta esperienza nella gestione degli investimenti, integrata da un background pratico nel settore energetico. L’esperienza collettiva del team risale alla nascita, oltre 20 anni fa, delle infrastrutture per l’energia rinnovabile come asset class di livello istituzionale. Sosteneo fa parte dell'ecosistema di società affiliate di gestione del risparmio Generali Investments.


Media Sosteneo Media@sosteneo.com


 

Media Relations Generali Investments
Florian Ciornei, Mobile: +39 338 6825555 Email: florian.ciornei@generali-invest.com
Elena Scovazzi, Mobile: +39 366 6644707, Email: elena.scovazzi@generali-invest.com
 

Saipem
Saipem è un leader globale nell'ingegneria e nella costruzione di grandi progetti nei settori dell'energia e delle infrastrutture, sia offshore che onshore. Saipem è una “One Company” organizzata in cinque business line: Asset Based Services, Energy Carriers, Offshore Wind, Sustainable Infrastructures, Robotics & Industrialized Solutions. La società dispone di 8 cantieri di fabbricazione e una flotta offshore di 23 navi da costruzione (di cui 21 di proprietà e 2 di proprietà di terzi e in gestione a Saipem) e 15 impianti di perforazione, di cui 8 di proprietà. Da sempre orientata all’innovazione tecnologica, la visione che ispira l’azienda è “Ingegneria per un futuro sostenibile”. Per questo Saipem ogni giorno è impegnata a supportare i propri clienti nel percorso di transizione energetica verso il Net Zero, con mezzi, tecnologie e processi sempre più digitali orientati alla sostenibilità ambientale. Quotata alla Borsa di Milano, è presente in più di 50 paesi nel mondo e impiega circa 30.000 persone di oltre 120 nazionalità.


Sito internet: www.saipem.com
Centralino: +39 0244231
Relazioni con i media
E-mail: media.relations@saipem.com
Investor Relations
E-mail: investor.relations@saipem.com
Contatto per gli investitori individuali
E-mail: segreteria.societaria@saipem.com


 

DRI D’Italia S.p.A
DRI D’Italia S.p.A. è la società partecipata dall’Agenzia nazionale per l’attuazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa (INVITALIA) costituita nel gennaio 2022 allo scopo di valutare la fattibilità e, poi, realizzare e gestire impianti di produzione di direct reduced iron (preridotto) che è un semilavorato siderurgico ottenuto dalla riduzione del minerale ferroso mediante utilizzo di monossido di carbonio e idrogeno.


dri@driditalia.it ufficio.stampa@driditalia.it

Tel. 06/42160070

CS PUGLIA GREEN HYDROGEN VALLEY_EDISON_SOSTENEO_SAIPEM DRI DITALIA 30_11_2023.pdf
Picture

© Generali Investments, tutti i diritti riservati. Questo sito web è fornito da Generali Investments ed è considerato come una comunicazione di marketing e una promozione finanziaria riferita ai prodotti e servizi delle società elencate di seguito, appartenenti al Gruppo Generali: Generali Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio & Generali Investments Luxembourg S.A. (nel prosieguo, congiuntamente indicate come Generali Investments). Inoltre, il sito può contenere comunicazioni di marketing e promozioni finanziarie di prodotti e servizi di società appartenenti alla piattaforma coordinata da Generali Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio, nello specifico di Infranity, Sycomore Asset Management, Aperture Investors LLC., Plenisfer Investments SGR, Lumyna Investments, Sosteneo Infrastructure Partners SGR e Generali Real Estate S.p.A. Società di Gestione del Risparmio